“LiBeRa-MeNtE SUONATI”

“LiBeRa-MeNtE SUONATI”

Il Circolo Fotografico Libera-Mente è una realtà in cui si incontrano fotografi di diverse generazioni, uno spazio in cui tutti possono proporre il proprio operato fotografico, cercando di individuare e sviluppare progetti personali e mirando a una costante crescita fotografica, sia da un punto di vista tecnico che narrativo.
Nonostante si tratti di un circolo fotografico nato solamente qualche mese fa, Libera-Mente può già vantare al proprio attivo una mostra, dove gli autori membri si sono presentati e hanno mostrato una visione personale dello spazio che li circonda.
Ora il gruppo di fotografi ha deciso di mettersi in gioco per affrontare sfide più ardue e sviscerare tematiche più complesse “a tema”. Questa volta ognuno dovrà mettere il proprio obiettivo nella stessa direzione degli altri, mantenendo però il proprio punto di vista e lasciando che la sensibilità artistica ed il proprio sentire venga espresso attraverso la creazione di tre sole immagini fotografiche. Il titolo di questa seconda mostra è Libera-Mente suonati! Istantanee di una canzone. Per questo evento i membri del Circolo Libera-Mente hanno deciso di raccontare ai fruitori una canzone attraverso i propri scatti.
Ognuno di essi ha scelto un brano musicale che sente particolarmente vicino, o comunque di particolare interesse per se, ne ha analizzato il testo, le sensazioni e le atmosfere, per poi tramutare la propria lettura e la propria interpretazione in tre scatti fotografici, capaci di rivelarne personalità, storia, passioni e talvolta ambizioni. La canzone verrà così sintetizzata e raccontata nella sua essenza, attraverso l’occhio del fotografo che potrà decidere se seguire il significato originale o se far valere una propria chiave di lettura autonoma ed indipendente. In questo caso nascerà uno scambio ed un confronto con il visitatore, che sarà stimolato ad una nuova interpretazione, riscoprendo nuovamente una musica ed “ascoltandola” in un modo tutto inedito, attraverso gli occhi.
Le fotografie diventano uno spunto per la lettura di canzoni più o meno note, rincorrendo quella che potrebbe essere definita una sinestesia, ossia quel fenomeno percettivo che consiste nella contaminazione di due o più sensi. Gli artefatti comunicativi si fondono e finiscono così per coesistere creando un’identità nuova ed una comunicazione più forte e più

Leave a reply

Required fields are marked (*)

TOP